You are using an outdated browser. Please upgrade your browser to improve your experience.

None
Back to blog

Positive and green

Buon compleanno Sapone di un Tempo!

Per festeggiare i 9 anni di Sapone di un Tempo, il fondatore Michele Danieli ci racconta qualche curiosità sull’azienda e sulla sua evoluzione.

 

I: Michele, com’è nata l’idea di Sapone di un Tempo?

MD: All’inizio ho rilevato un’azienda che produceva solamente sapone solido naturale. L’idea di chiamarci Sapone di un Tempo, infatti, nasce per celebrare questa realtà iniziale e la tradizione dalla quale siamo partiti. Il nome Sapone di un Tempo richiama qualcosa di antico, anche se siamo una realtà giovane e dinamica: su questo scherziamo spesso, è molto divertente che un’azienda composta da giovani ricordi il passato!

L’azienda che ho rilevato è stata fondata come vera e propria saponeria e, per i primi 4 anni, abbiamo mantenuto la produzione per poi evolverci successivamente con tutta la gamma e l’offerta di prodotti attuale, che spazia dalla beauty care e la cura dei bambini a idrolati ed oli essenziali.

 

I: Hai detto che il tuo staff è composto da giovani, puoi parlarmene?

MD: L’età media del nostro staff è di circa 36 anni: ci sono diversi miei compagni d'infanzia, persone con cui ho fatto anche l’asilo! Successivamente abbiamo inserito nuove figure professionali e qualificate provenienti da grandi aziende del territorio, ma per la maggior parte lo staff è composto da persone che conosco da tempo.

È come se fossimo realmente una grande famiglia: ad esempio quest’estate, durante l’ultimo giorno di lavoro prima delle ferie, ci siamo ritrovati tutti insieme per pranzo e poi siamo andati in piscina a divertirci!

C’è realmente questo spirito e si tratta proprio di sentirsi parte di un gruppo e di un progetto comune. Quando inseriamo nuovo personale difficilmente non prosegue a lavorare con noi, perché quando stiamo insieme la sensazione è proprio quella di sentirsi a casa.

 

I: Quando è arrivata la passione per il bio?

MD: Come detto, all’inizio si produceva solo sapone solido naturale, poi nel 2015 abbiamo iniziato ad approcciare il biologico. Con il nostro laboratorio ci occupiamo sia del nostro marchio Sapone di un Tempo sia delle richieste da parte di private label.

I nostri clienti in quel momento si stavano evolvendo e ci chiedevano la produzione anche di shampoo o detergenti che fossero naturali e bio. Ne abbiamo quindi iniziato la produzione: la vera fortuna è stata che, nella detergenza e nella cosmesi,  siamo realmente nati con il biologico, senza convertirci ma approcciandoci sin dalla prima produzione a questo mondo. Nel tempo è questo che ha fatto la differenza: siamo sempre rimasti coerenti con la nostra essenza e con l’offerta fatta ai nostri clienti, per questo si sono fidelizzati ed affezionati al prodotto e continuano a seguirci nella nostra evoluzione.

 

I: Da bambino ti immaginavi alla direzione di un’azienda produttrice di sapone? Era questo il tuo sogno?

MD: Assolutamente no! Quando però sono entrato a cercar lavoro come operaio nell’azienda che esisteva in precedenza, sono rimasto stregato dai profumi e dai colori che ho trovato all’interno. Quando per la prima volta vedi dal vivo il sapone e senti i profumi ed i suoi colori ti innamori… e soprattutto torni a casa sentendoti pulito!

È questa la cosa bella del nostro lavoro.

 

I: Quali sono i buoni propositi per i prossimi 9 anni?

MD: Cercare di rafforzare quello che stiamo facendo tutti i giorni.

Quando siamo partiti 9 anni fa eravamo solo in 2, adesso siamo in 12: abbiamo quintuplicato l’azienda, quindi direi che il buon proposito è mantenere, mantenere le idee giuste che stiamo portando avanti tutti i giorni. Non dobbiamo inseguire grandi cose, ma mantenere quello che facciamo, sempre con un occhio al mercato eco-bio e al mondo green. Chi ha seguito e conosce questo settore sa che è la strada giusta e che sta marciando nella direzione corretta. Ed è questa la strada che anche noi vogliamo continuare a seguire.

 

None